Come ti prepari il caffè?

caffè

Come ben sappiamo, per preparare la nostra amata bevanda sono necessari due ingredienti semplici ma fondamentali: una buona acqua e un caffè di qualità.

A casa possiamo scegliere di prepararci il caffè in tantissimi modi, con la Moka, con una Chemex , con una macchina espresso professionale e molti altri metodi ma, in qualsiasi caso, caffè e acqua devono essere di qualità.

 

La prima cosa da capire è la differenza tra la moka e il caffè espresso, quello del bar per capirci.

 la differenza non è banale, in quanto si tratta di strumenti che funzionano a temperature e pressioni diverse e da cui si ottengono caffè dalle caratteristiche specifiche.

 

Cosa importantissima, non dobbiamo cercare nel caffè preparato in moka la corposità dell’espresso. Anche perché la “cremina” non è sinonimo di qualità.

Per valutare la qualità del nostro caffè affidiamoci a gusto ed olfatto.

Non dimentichiamoci che: “l’essenziale è invisibile agli occhi”.

 

Una volta che abbiamo individuato la nostra miscela o la nostra singola origine secondo i nostri gusti e il metodo di estrazione (se moka o altro), è bene tenere a mente che anche la tazza che utilizziamo per bere influisce sul risultato finale.

 

Ognuno ha la sua personale ricetta per preparare il caffè, “ricetta” proprio come quando prepari un bel ciambellone o la pizza che tutti abbiamo perfezionato essendo obbligati a casa modificando la ricetta

bisogna utilizzare una ricetta che stabilisca il rapporto tra acqua e caffè. Questo per ottenere il meglio dalla nostra materia prima.

 

Quale è la tua ricetta per la moka?

 

Ci sono tante teorie sulla preparazione della moka. Ognuno ha il suo metodo, chi mette acqua nel serbatoio superiore, chi utilizza un termometro (cosa molto utile) chi prepara la moka con un’acqua preriscaldata.

 

Il bello è provare e trovare la cosa migliore secondo il nostro gusto.

 

Ci sono anche molte leggende, prive di fondamento, ad esempio, l’utilizzo dell’acqua frizzante. Non c’è nessun motivo scientifico che dimostri che l’acqua frizzante permetta di ottenere un caffè più cremoso o dal gusto più rotondo. Al bando anche l’acqua distillata.

Quello che invece si consiglia è di utilizzare un’acqua minerale naturale leggera e con pochi sali minerali. Il motivo è semplice: un’acqua con un basso residuo fisso e una quantità ridotta di sali minerali permette alla miscela di caffè di sprigionare tutti i suoi aromi, esaltando il gusto della bevanda.

la SCA (Specialty Coffee Association) in una ricerca sulla qualità dell’acqua ha definito un range ideale compreso tra 50 e 175 mg/l.

l’utilizzo di acqua minerale è consigliato per rispettare tutte le note aromatiche della miscela, che potrebbero venire alterate dalla presenza di cloro, mai utilizzare acqua del rubinetto.

 

Un'altra leggenda da sfatare sulla moka è quella della “montagnetta”.

 Il caffè non deve mai essere pressato, se stiamo preparando una moka. L’unico metodo di estrazione che richiede di pressare il caffè è la preparazione espresso.

 

Se vuoi preparare al meglio una moka, prova a seguire i nostri consigli che troverai utilizzando il QR code sulle nostre confezioni di caffè.


Articolo più vecchio Articolo più recente